Menu principale

 Approfondisci un tema

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

 Iscriviti gratuitamente alla newsletter

Iscriviti gratuitamente alle newsletter del nostro giornale!

Apri una sede di Società Vegetariana nella tua città


 Cerca

Ricerca avanzata

 Non perdere tempo a parlare della 'causa' bevendo gin al pub. Va là fuori e vincila. (Barry Horne)
1 utente(i) online (1 utente(i) in Temi Generali)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 1

Altro...

Religioni, spiritualità e vegetarismo : San Francesco da Paola – un santo vegan che visse sino a 91 anni.
Inviato da societavegetariana il 9/2/2011 3:40:00 (4387 letture) Articoli dello stesso autore

09/02/2011 - Fonti:
- Sito ufficiale Ordine dei Minimi di S.Francesco da Paola - Il quarto voto (versione in pdf)
Vedi anche le seguenti note (leggi le parte evidenziate in giallo)
- Monastero fondato da Ordine dei Minimi di S.Francesco da Paola
- Ordine dei Minimi - Wikipedia
- Sito ufficiale S.Francesco da Paola
- Sito ufficiale S.Francesco da Paola

San Francesco da Paola fu un santo vegan (Paola 27 marzo 1416 – Tours 2 aprile 1507; visse quindi sino 91 anni)

La sua Regola ebbe quattro stesure : tre approvate da papa Alessandro VI (1493,1501,1502) e una da papa Giulio II (1506 - bolla "Inter Ceteros); erano rivolte ai frati, alle sorelle monache ed ai fedeli di entrambe i sessi, sia laici che chierici (terziario).

Francesco elaborò una nuova regola in tredici capitoli, basata su quella francescana ma con forti elementi benedettini e agostiniani, che fu approvata da papa Alessandro VI con la bolla Meritis religiosae vitae del 26 febbraio 1493.
Ai tre voti comuni a tutti i religiosi (povertà, obbedienza, castità), Francesco aggiunse quello solenne di vita quaresimale perfetta e perpetua, che imponeva la totale astinenza dalla carne e dai suoi derivati (latte, uova, formaggio) salvo che in caso di malattia.

Cosa è il Quarto voto di vita quaresimale.

Il quarto voto di vita quaresimale è la novità che caratterizza la spiritualità dell'Ordine dei Minimi.
La IV Regola lo formula così:
«Tutti i frati di quest'Ordine si asterranno completamente dai cibi di carne e nel regime quaresimale faranno frutti degni di penitenza sì da evitare del tutto le carni e quanto da esse proviene. Pertanto a tutti e a ciascuno di essi è assolutamente e incontestabilmente proibito di cibarsi, dentro e fuori convento, di carni, di grasso, di uova, di burro, di formaggio e di qualsiasi specie di latticini e di tutti i loro composti e derivati».
L'unica eccezione prevista è la malattia, quando non può essere curata con cibi quaresimali.

Per capire il voto della vita quaresimale, che san Francesco da Paola, sulla scia dei Padri della Chiesa, chiama «consuetudine di vita più felice e più santa», bisogna ricordare che questa pratica ascetica era abituale nella vita religiosa. Per vita quaresimale non si intende ‘una regola osservata durante la tradizionale quaresima’ ma appunto una consuetudine, una abitudine quotidiana a vivere costantemente come nel periodo quaresimale.

A partire, però, dal secolo XIV le dispense concesse dalla Santa Sede andarono sempre più aumentando. I motivi addotti per ottenerle erano legati per lo più alla convinzione che tale genere di penitenza non poteva essere più praticato per le mutate condizioni fisiche e climatiche. In realtà, però, l'abbandono di tale pratica ascetica manifestava l'attenuazione del fervore religioso, indice della decadenza in atto. I movimenti di osservanza, infatti, riproponendo un rigoroso programma di riforma, inserivano, chi più chi meno, anche l'astinenza quaresimale.

Un monastero fondato dall’ Ordine dei Minimi di S.Francesco da Paola .
In questo testo si legge :
Nel 1601 fu costruito nei pressi del castello di Governolo un monastero per i frati.
Questi erano i Padri Minimi fondati da S. Francesco di Paola: un francescano eremita degli inizi del 1400 dal quale si formò un ordine che volle imitarlo nelle sue rigide regole di penitenza e mortificazione per amore verso il prossimo ricordandolo in continue preghiere a Dio.
Il fondatore fu anche famoso per la sua vita ricca di miracoli tanto da essere annoverato fra i più illustri taumaturghi della Chiesa. La regola dell'Ordine comprendeva il divieto assoluto di mangiare carne.

Voto: 8.00 (1 voto) - Vota questo articolo -
Pagina per la stampante Invia questo articolo ad un amico Crea un PDF dall'articolo


Altri articoli
3/6/2016 8:30:00 - Sinu (Società Italiana di Nutrizione): vegani/vegetariani, scelta fidata
8/5/2016 9:00:00 - Genova - Libreria Feltrinelli. Conferenza "Vegan Italia"
28/12/2015 10:30:00 - Maiali torturati tentano disperatamente e inutilmente di fuggire dalla Bestia Umana
8/12/2015 21:40:00 - Allevamenti intensivi - La maggiore fonte di inquinamento
24/9/2015 21:10:00 - Lista generale "Nutrizione - articoli scientifici"

 Attivati!

Iscriviti gratuitamente alle newsletter del nostro giornale!

Apri una sede di Società Vegetariana nella tua città


 Kairós - La scuola di cucina vegan internazionale di Società Vegetariana
- perché Kairós
Per un cibo del BuonEssere.

Organizziamo Corsi di Educazione Teorica Alimentare e Cucina Pratica Vegetariana (vegan) che verranno svolti, per la parte pratica, da cuochi e personal chef con grande esperienza di cucina vegan e per la parte teorico-scientifica insieme ad esperti medici, biologi, nutrizionisti, dietiste, divulgatori di educazione alimentare, in grado di giustificare scientificamente la scelta del vegetarismo.

I corsi si svolgeranno a ciclo continuo e in modalità diverse a seconda i luoghi e le circostanze.
Per iscrizioni e informazioni: info@societavegetariana.org o cell. 347.95.21.216
Leggi i dettagli del corso


Questo sito nasce dal progetto "Mettiti in circolo".

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2007 The XOOPS Project
:: phpbb2 Apple Green Style by Daz :: theme & logo by arwen_h & SorrisoTriste ::