Approfondisci un tema

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

<Nutrizione - articoli scientifici> : Università di Padova e Telethon : contrastare la degenerazione muscolare mangiando meno proteine della carne.
Inviato da societavegetariana il 3/4/2011 18:10:00 (2863 letture) Articoli dello stesso autore
<Nutrizione - articoli scientifici>

03/04/2011 - Fonti:
Università degli studi di Padova (PDF)
Pagine mediche (PDF)

Autori : P. Grumati, L. Coletto, P. Sabatelli, M. Cescon, A. Angelin, E. Bertaggia, B. Blaauw, A. Urciuolo, T. Tiepolo, L. Merlini, N. Maraldi, P. Bernardi, M. Sandri, P. Bonaldo,
Titolo dello studio “Autophagy is defective in collagen VI muscular dystrophies and its reactivation rescues myofiber de generation”.
Pubblicato su Nature Medicine, 2010

Poca carne: le cellule muscolari ringraziano.
Così tassativamente inizia l’articolo dell’Università di Padova.
Uno studio scientifico dimostra come si può contrastare la degenerazione muscolare grazie a un regime dietetico povero di proteine.

Lo studio finanziato da Telethon e pubblicato su Nature Medicine, ha visto la collaborazione di studiosi dell’Università di Padova e anche vari ricercatori Telethon di Ferrara e Bologna.
E’ stato dimostrato per la prima volta che si possono migliorare i sintomi della miopatia di Bethlem e della distrofia muscolare di Ullrich controllando l’autofagia, il processo fisiologico che rimuove dalle cellule sostanze tossiche oppure porzioni cellulari danneggiate.
I ricercatori Telethon hanno osservato che grazie a una dieta povera di proteine si può promuovere la “pulizia cellulare” e mantenere le fibre muscolari pulite dalle sostanze di scarto. Ottenendo così un miglioramento significativo della salute dei muscoli, tradotto anche in un aumento della forza.
L’idea comune è che una dieta iperproteica sia indispensabile per gli sportivi e per chi pratica agonismo. E che in ogni caso, un apporto di proteine animali sia indispensabile per non sentirsi deboli e per affrontare sforzi fisici e lavori pesanti.
Lo studio ha dimostrato esattamente il contrario.
Sarà per questo che gli animali più forti e resistenti allo sforzo (elefante, rinoceronte, ippopotamo), sono vegetariani ?

Ovviamente, una carenza eccessiva di proteine e aminoacidi, porta le cellule ad “autodigerirsi”, quindi, come sempre, ciò che conta è l’equilibrio, ed un apporto di cibi variato e moderato, come suggerisce la nostra sana alimentazione mediterranea.

La teoria (scrivono in pagine mediche PDF) che mangiare tanta carne faccia bene alla salute dei muscoli sarebbe contraddetta dalla scoperta fatta dagli studiosi.
Una dieta povera di carne non solo rallenta i processi di invecchiamento, ma in alcuni casi, come ad esempio nei pazienti affetti da distrofia, può combattere la degenerazione muscolare.
L’autofagia è un processo davvero importante perché permette alla cellula di rigenerarsi e di non soffocare in materiali di scarto che, normalmente, vengono eliminati. In soggetti affetti da distrofia muscolare, questo importante processo risulta compromesso.

Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questo articolo -
Pagina per la stampante Invia questo articolo ad un amico Crea un PDF dall'articolo


Altri articoli
3/6/2016 8:30:00 - Sinu (Società Italiana di Nutrizione): vegani/vegetariani, scelta fidata
8/5/2016 9:00:00 - Genova - Libreria Feltrinelli. Conferenza "Vegan Italia"
28/12/2015 10:30:00 - Maiali torturati tentano disperatamente e inutilmente di fuggire dalla Bestia Umana
8/12/2015 21:40:00 - Allevamenti intensivi - La maggiore fonte di inquinamento
24/9/2015 21:10:00 - Lista generale "Nutrizione - articoli scientifici"

Questo sito nasce dal progetto "Mettiti in circolo".

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2007 The XOOPS Project
:: phpbb2 Apple Green Style by Daz :: theme & logo by arwen_h & SorrisoTriste ::