Menu principale

 Approfondisci un tema

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

 Iscriviti gratuitamente alla newsletter

Iscriviti gratuitamente alle newsletter del nostro giornale!

Apri una sede di Società Vegetariana nella tua città


 Cerca

Ricerca avanzata

 Non perdere tempo a parlare della 'causa' bevendo gin al pub. Va là fuori e vincila. (Barry Horne)
9 utente(i) online (7 utente(i) in Temi Generali)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 9

Altro...

Rassegna di notizie (Good News - Bad News)  : L’alimentazione vegan può determinare la fine della fame nel mondo. Quella onnivora la causa. Ecco le prove scientifiche.
Inviato da societavegetariana il 3/8/2011 11:00:00 (2961 letture) Articoli dello stesso autore

03/08/2011 - Da “Report” del 17/05/2009 - Carne per tutti

con intervento di Rajendra Pachauri, premio Nobel per la Pace (2007).
Pachauri è presidente dell’IPCC (gruppo intergovernativo, Agenzia dell’Onu che si occupa di valutare i dati sui cambiamenti climatici) ed è vegetariano.
Il video è guardabile qui

Durante il servizio sono state fatte queste osservazioni....


L’attuale produzione di cibo potrebbe sfamare 10 miliardi di persone
(nota : lo ripetono costantemente tanti organi istituzionali, Fao, Onu, osservatori come l'Istituto tedesco per la Ricerca sull'Economia Ecologica (IOeW); lo stesso Papa Benedetto XVI ha dichiarato che “c’è da mangiare per tutti)

Siamo 6,5 miliardi di cui uno e 2, una parte è denutrita e un’altra parte muore di fame.

Gli abitanti di Europa e Usa (cioè 800 milioni di persone) mangiano in media 100 kg di carne a testa in un anno. Siamo 6,5 miliardi e a breve potremmo diventare 10.
Cosa succederebbe se tutti reclamassero lo stesso diritto: mangiare 100 kg. di carne?
Sarebbe sostenibile ?
E’evidente che no, servirebbe un pianeta molto più grande di quello attuale
.
Ed altrettanto impossibile (peggio ancora) è pensare agli allevamenti biologici, tanto pubblicizzati oggi come soluzione equa per l’ambiente e per gli animali.
Se tutti i 6,5 miliardi attuali di abitanti dovessero accedere allo stesso diritto (100 kg di carne, e biologica) occorrerebbero decine di pianeti con terreno utilizzabile per il biologico, per cui la possibilità di una parte della popolazione umana di mangiare carne biologica si basa esclusivamente sulla depauperazione del diritto alla vita sostenibile ad una altra parte di popolazione.

Rajendra Pachauri (*- vedi nota in fondo alla pagina) dice nella sua relazione:

Dagli allevamenti proviene l’80% delle emissioni totali dell’agricoltura, e cioè il 18% di tutte le emissioni di gas serra (nota: quelle dei trasporti sono inferiori, pari al 13,5%).
Produrre 1 kg di manzo equivale a produrre gas serra pari a 36,4 kg. di CO2, che equivale a CO2 emessa da un automobilista medio che percorre 250 km
Produrre 1 kg di manzo equivale a tenera accesa una lampadina da 100 watt per 20 giorni.

La produzione di carne è di gran lunga la prima consumatrice di terra per uso antropico.
L’allevamento consuma il 70% di tutte le terre agricole, il 30% della superficie terrestre.
Il 70% di quello che era la foresta amazzonica è diventato pascolo o coltivazioni per alimentazione animale.

Un altro enorme impatto della produzione di carne è l’acqua che occorre per produrne un chilo.
Mais 900 litri
Riso 3000 litri
Pollo 3900 litri
Maiale 4900 litri
Manzo 15100 litri

La conferma arriva da uno studio dell'Istituto tedesco per la Ricerca sull'Economia Ecologica (IOeW) che è stato pubblicato (25 agosto 2008) dall'associazione di consumatori tedesca Foodwatch

Confronto emissioni gas serra (per persona) in un anno, tra tipo di alimentazione e km. percorsi in auto, in un anno.

Alimentazione vegan
Da agricoltura bio: 281 km
Da agricoltura convenzionale: 629 km

Alimentazione latto-ovo-vegetariana
Da agricoltura bio: 1978 km
Da agricoltura convenzionale: 2427 km

Alimentazione onnivora
Da agricoltura bio: 4377 km
Da agricoltura convenzionale: 4758 km

Come si vede, i dati sono eloquenti.
L’alimentazione vegan può determinare la fine della fame nel mondo.
Quella onnivora la causa.
Ecco fornite le prove scientifiche
.
Serviranno? ahimè tutto passa di moda nel mondo, eccetto l’egoismo umano.

(*) Rajendra Pachauri nel 2007 ha vinto con AlGore, il Nobel per la Pace.
Al Gore ha prodotto un film “Una scomoda verità”, (An Inconvenient Truth) diffuso soprattutto nel circuito ambientalista dove parla dei dati sui cambiamenti climatici ma ha dimenticato ‘clamorosamente’ di citare il dato più importante, riferito invece da Pachauri : il danno degli allevamenti intensivi.
Perché ha taciuto? Una “scomoda verità” per Al Gore, forse perché la sua famiglia oltre che produrre tonnellate di tabacco (ma la sigaretta non è cancerogena?) allevava animali (vedi il film “Meat, the Truth” di Gertjan Zwanikken - Olanda 2009).
Inoltre nel film, Al Gore ricorda i bei tempi in cui andava a cacciare nella tenuta familiare.

Voto: 8.00 (4 voti) - Vota questo articolo -
Pagina per la stampante Invia questo articolo ad un amico Crea un PDF dall'articolo


Altri articoli
3/6/2016 8:30:00 - Sinu (Società Italiana di Nutrizione): vegani/vegetariani, scelta fidata
8/5/2016 9:00:00 - Genova - Libreria Feltrinelli. Conferenza "Vegan Italia"
28/12/2015 10:30:00 - Maiali torturati tentano disperatamente e inutilmente di fuggire dalla Bestia Umana
8/12/2015 21:40:00 - Allevamenti intensivi - La maggiore fonte di inquinamento
24/9/2015 21:10:00 - Lista generale "Nutrizione - articoli scientifici"

 Attivati!

Iscriviti gratuitamente alle newsletter del nostro giornale!

Apri una sede di Società Vegetariana nella tua città


 Kairós - La scuola di cucina vegan internazionale di Società Vegetariana
- perché Kairós
Per un cibo del BuonEssere.

Organizziamo Corsi di Educazione Teorica Alimentare e Cucina Pratica Vegetariana (vegan) che verranno svolti, per la parte pratica, da cuochi e personal chef con grande esperienza di cucina vegan e per la parte teorico-scientifica insieme ad esperti medici, biologi, nutrizionisti, dietiste, divulgatori di educazione alimentare, in grado di giustificare scientificamente la scelta del vegetarismo.

I corsi si svolgeranno a ciclo continuo e in modalità diverse a seconda i luoghi e le circostanze.
Per iscrizioni e informazioni: info@societavegetariana.org o cell. 347.95.21.216
Leggi i dettagli del corso


Questo sito nasce dal progetto "Mettiti in circolo".

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2007 The XOOPS Project
:: phpbb2 Apple Green Style by Daz :: theme & logo by arwen_h & SorrisoTriste ::