Una rigorosa dieta vegetariana migliora i fattori di rischio associati con malattie metaboliche, riduce l'infiammazione intestinale e abbassa il colesterolo, il peso, e lo zucchero nel sangue

Data 17/10/2013 8:00:00 | Topic: <Nutrizione - articoli scientifici>

16/10/13
Titolo

Strict vegetarian diet improves the risk factors associated with metabolic diseases by modulating gut microbiota and reducing intestinal inflammation.
Una rigorosa dieta vegetariana migliora i fattori di rischio associati con malattie metaboliche modulando il microbiota(*) intestinale e riducendo l'infiammazione intestinale.

Fonte
PCRM (Physicians Committee for Responsible Medicine - Comitato di Medici per una Medicina Responsabile) (clicca qui )
Autori
Kim MS, Hwang SS , Park EJ, Bae JW.
Pubblicato in
Environmental Microbiol Reports. 2013;5:765-775.

Una dieta ricca di carboidrati, vegetariana, a basso contenuto di grassi, abbassa il colesterolo, gli zuccheri nel sangue, e il peso, secondo uno studio pubblicato nel numero di ottobre di Environmental Microbiology Reports.
Persone obese con diabete di tipo 2 e / o ipertensione hanno seguito una dieta ricca di fibre (circa 42 grammi al giorno) a base vegetale per un mese.
I pazienti hanno sperimentato perdita di peso, abbassato il colesterolo, miglior controllo di zucchero nel sangue e il miglioramento flora intestinale.
I Batteri associati con l'immunità e anti-infiammazione sono aumentati.
I batteri più associati con condizioni come l'obesità e patologie infiammatorie intestinali sono diminuiti.


Gli autori dello studio concludono:
Questo studio sottolinea i benefici della fibra alimentare per migliorare i fattori di rischio di malattie metaboliche e mostra che una maggiore assunzione di fibre riduce l'infiammazione intestinale modificando la flora intestinale .



(*) Il microbiota umano è l'insieme di microorganismi simbiontici che si trovano nel tubo digerente dell'uomo.
Il desueto termine flora intestinale non è del tutto corretto in quanto si tratta prevalentemente di batteri mentre il termine flora evoca piuttosto il regno vegetale nel quale, nei tempi passati, erano classificati i batteri; aggiungendo che non si tratta soltanto di microbiota intestinali, ma egualmente anche gastrici, ed altri (bocca, gola, etc..), anche il termine umano è preferibile a intestinale per descrivere più fedelmente la natura simbiontica del microbiota.





Questo articolo e' di Essere Vegetariani
http://www.societavegetariana.org/site

L'URL di questo articolo e':
http://www.societavegetariana.org/site/modules/news/article.php?storyid=392